Maria Callas. "A Woman, a Voice, a Mith"

Maria Callas. “A Woman, a Voice, a Mith”. Inaugurazione della Mostra all’Italian Cultural Institute’s di San Francisco.
A Rare Exhibition of the Great Opera Singer’s Costumes, Jewelry and Memorabilia. 

Felicia Bongiovanni - Testimone di Maria Callas nel mondo
“Sta giungendo l’ora del successo, naturalmente meritatissimo, per Felicia Bongiovanni. Cosa dire di lei e per le : è proprio “Nata per cantare” e lo sta dimostrando con una carriera costruita con impegno e grande intelligenza, mettendo a profitto, con tecnica sapiente, doti naturali non comuni.
Musicalità, una voce particolarmente estesa, espressiva, agguerrita  nelle agilità, in grado di affrontare un sempre più vasto e diverso repertorio. A tutto ciò si aggiunge una non comune prestanza scenica. Un’artista completa, insomma, che si è fatta conoscere e sta facendosi conoscere non solo in Italia, ma anche in prestigiosi teatri internazionali.
Ha in repertorio molte opere che furono interpretate da Maria Callas ed è per questo che è stata spesso da me invitata a cantare in occasione di importanti Mostre dedicate alla Divina, con una presenza ormai quasi abituale e protagonista di concerti sempre accolti con entusiasmo e caldi applausi. 
Tra le tappe da ricordare, la presenza per l’esposizione al Teatro Serafin di Cavarzere (La Divina e il suo Mentore), poi a Los Angeles, San Francisco, New York.Ed ora l’appuntamento di Palazzo Te a Mantova con l’esibizione di Felicia Bongiovanni al Teatro Accademico,noto anche come “Scientifico”. Costruito da Antonio Galli Bibiena, con un genio inventivo che fa di quest’opera il più compiuto esempio di architettura teatrale.  Inaugurato nel 1769, vi suonò anche Mozart. Un palcoscenico ambito, con l’invito a Felicia che ancora una volta proporrà arie che furono cavallo di battaglia dell’immortale Maria.

Da non dimenticare Venezia dove la Bongiovanni ha riscosso simpatie e affermazioni: due volte in Piazza San Marco per il Carnevale di fronte a quasi centomila persone, al Casinò di Venezia, al Teatro La Fenice dove si è esibita nel dicembre 2010 per il Premio “Una Vita nella Musica” accanto a tre altre star della lirica. Il riconoscimento era per Carlo Bergonzi che riservò molti elogi all’artista dopo la sua interpretazione di “Casta Diva” e “Vissi d’arte” La Bongiovanni, nata a Palermo, ha avuto i primi riconoscimenti in Emilia ed ebbe proprio agli inizi Bergonzi come maestro all’Accademia Verdiana, così come il Maestro Zedda a Pesaro per Rossini. E ancora un perfezionamento con Sesto Bruscantini e un altro tenore come Gianni Raimondi. Collaborazioni ed eredità che non possono non aver lasciato il segno. I risultati lo dimostrano.   

Bruno Tosi
Presidente “Associazione Maria Callas”

Guarda il video, intervista a Felicia Bongiovanni al minuto 3.35

 

 

Ideato e realizzato da red paper